730 le detrazioni per i disabili: La dichiarazione 730/2024 rappresenta un’opportunità per i contribuenti di detrarre le spese specificamente previste dalla normativa, sostenute nel corso del 2023.

Lo scopo di queste detrazioni è di ridurre l’IRPEF netta dovuta dal contribuente, considerando una serie di spese che la normativa ritiene meritevoli di agevolazioni fiscali.

Il calcolo della detrazione viene effettuato applicando una percentuale, generalmente del 19%, sulla spesa interessata. Questo importo viene poi sottratto dall’imposta dovuta dal contribuente.

Tra le spese che possono essere detratte con il 730 rientrano quelle sostenute direttamente dai soggetti con disabilità o dai familiari (inclusi i caregiver) che li assistono.

Dichiarazione 730/2024: detrazioni fiscali al 19%

Le situazioni descritte di seguito, ad eccezione delle spese per il mantenimento dei cani guida, consentono al contribuente di detrarre il 19% delle spese sostenute dalla Dichiarazione 730/2024, rispettando eventualmente determinati limiti di importo. Per usufruire di queste detrazioni, è necessario compilare i righi appropriati del Quadro E, sezione I.

Detrazioni per spese sanitarie, veicoli e cani guida

La normativa fiscale permette di detrarre il 19% delle spese sanitarie, per veicoli o cani guida, anche se sostenute dal familiare che ha a carico la persona con disabilità.

Spese sanitarie

La detrazione del 19% si applica sull’intero importo delle spese sanitarie sostenute per persone con disabilità, in particolare:

  • Per i mezzi necessari all’accompagnamento, deambulazione, locomozione e sollevamento;
  • Per i sussidi tecnici e informatici che facilitano l’autosufficienza e l’integrazione, come fax, modem, computer o altri sussidi telematici.

Il rigo di riferimento nel modello dichiarazione 730/2024 è l’E3.

Queste spese includono:

  • Acquisto di poltrone per inabili e apparecchi per il contenimento di fratture, ernie e per la correzione della colonna vertebrale;
  • Trasporto in autoambulanza della persona con disabilità;
  • Acquisto di arti artificiali per la deambulazione;
  • Modifica dell’ascensore per contenere la carrozzella;
  • Costruzione di rampe per eliminare barriere architettoniche;
  • Installazione e manutenzione di pedane di sollevamento per persone disabili.

730 le detrazioni per i disabili  2024 per Auto e Veicoli adattati

Le spese per l’acquisto di motoveicoli e autoveicoli, adattati o meno, possono essere detratte nel rigo E4, con un limite di spesa di 18.075,99 euro per un solo veicolo, utilizzato prevalentemente a beneficio della persona con disabilità. La detrazione si applica una volta ogni quattro anni, salvo cancellazione del veicolo dal pubblico registro o furto non recuperato, detraendo il rimborso assicurativo.

La detrazione può essere ripartita in quattro quote annuali di pari importo, riportando l’intera spesa sostenuta e indicando “1” nella casella per segnalare la prima rata.

Spese per l’acquisto di cani guida

Le spese per l’acquisto di cani guida consentono una detrazione indicata nel rigo E3. La detrazione si calcola sull’intero ammontare del costo sostenuto, applicabile una sola volta in quattro anni, salvo perdita dell’animale. La somma può essere ripartita in quattro rate annuali di pari importo.

Detrazioni per spese assicurative

Nei righi da E8 a E10 della dichiarazione 730, si può usufruire della detrazione per:

  • Premi per assicurazioni a tutela di persone con disabilità grave (codice 38);
  • Premi per assicurazioni contro il rischio di non autosufficienza (codice 39).

Nel primo caso, i premi non devono superare 750 euro complessivi, mentre nel secondo caso la spesa detraibile non può superare 1.291,14 euro.

Le detrazioni sono applicabili anche se il contribuente stipula un’assicurazione per un familiare a carico, o se il familiare a carico stipula un contratto e versa i premi.

Detrazioni per spese sanitarie per familiari con patologie esenti

Nel rigo E2 è possibile detrarre le spese sostenute per familiari, anche non a carico, affetti da patologie esenti da ticket. La detrazione è applicabile entro il limite annuo di 6.197,48 euro, ridotto della franchigia di 129,11 euro.

Detrazioni per spese per assistenza personale

Indicando il codice 15 nei righi E8-E10, si può detrarre il 19% delle spese per assistenza personale nei casi di non autosufficienza, fino a un massimo di 2.100 euro, con un reddito complessivo non superiore a 40.000 euro. Questa detrazione è applicabile anche per spese sostenute per familiari non a carico.

Detrazione forfettaria per cani guida

In deroga alla percentuale del 19%, una detrazione forfettaria di 1.000 euro è riservata ai soggetti non vedenti per le spese di mantenimento dei cani guida, indicata nel rigo E81. Questa detrazione è interamente applicabile per redditi fino a 120.000 euro, riducendosi progressivamente fino ad azzerarsi per redditi di 240.000 euro.

Deduzioni dal reddito complessivo

La deduzione riduce il reddito complessivo su cui si calcola l’imposta lorda. Nel rigo E25 della dichiarazione 730/2024, si possono riportare le spese mediche generiche e quelle di assistenza specifica per invalidità grave o menomazione. Queste spese includono assistenza infermieristica, riabilitativa, personale qualificato per l’assistenza diretta, e sono deducibili anche per familiari non a carico come coniuge, figli, genitori, e altri parenti stretti.

730 le detrazioni per i disabili: Conclusioni

Questa guida vi permette di avere idea di quali possano essere le detrazione possibili, è comunque fondamentale per la compilazione del 730, rivolegersi a un professionista o patronato per non rischiare di incorrere in errori o sanzioni.