Sconti benzina 2024 per disabili: Il progetto “Self per tutti” offre ai disabili la possibilità di risparmiare sul carburante, pagando il prezzo self-service anche se assistiti da un operatore.

Anche nel 2024, il programma “Self per tutti” continuerà a permettere agli automobilisti con disabilità di fare rifornimento con assistenza presso le colonnine self-service, pagando comunque il prezzo scontato del self-service. Questo progetto, supportato da Eni in collaborazione con la FIAP, mira a eliminare le barriere e ostacoli che limitano i diritti dei disabili rispetto ai normodotati.

Dal 2020 “Self per tutti” offre la possibilità di avere sconti benzina 2024 per disabili

Lanciata a febbraio 2020, l’iniziativa prosegue anche nel 2024 grazie al supporto delle associazioni per i diritti dei disabili e dei distributori di carburante aderenti. “Self per tutti” permette alle persone con difficoltà motorie di rifornirsi con l’aiuto di un operatore, mantenendo il prezzo del self-service.

Attenzione: fondamentale capire quali sono le stazioni aderenti al servizio

Non tutte le stazioni di servizio offrono questo servizio, essendo esso su base volontaria Attualmente, oltre 450 stazioni aderenti, sia su strade urbane che autostrade, permettono di usufruire di questo vantaggio. Le stazioni ENI, Q8 e Tamoil partecipano al progetto, un passo avanti verso pari opportunità e inclusione sociale per i disabili.

Qui è possibile scaricare un elenco dei distributori che hanno aderito all’iniziativa

Sconti benzina 2024 per disabili

Dal febbraio 2020, grazie al Protocollo d’intesa “Self per tutti” firmato da FAIP Onlus, Unione Petrolifera e le associazioni di categoria FAIB Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, i disabili possono beneficiare degli sconti del self-service, anche se assistiti dal personale. Questo beneficio è riservato a chi ha lesioni spinali o disabilità motorie gravi, offrendo un aiuto gratuito a chi non può usare le colonnine self-service autonomamente.

Circa 450 pompe di benzina associate a ENI, Q8 e Tamoil, anche in autostrada, partecipano all’iniziativa. Questo progetto promuove l’inclusione sociale, le pari opportunità e l’accesso ai servizi per i disabili, anche nel contesto di una stazione di servizio. Il risparmio può arrivare fino a 10 centesimi al litro, anche se il rifornimento non è eseguito personalmente dal disabile.

Esistono altre agevolazioni riservate alle persone con disabilità?

Oltre agli sconti sul carburante, i disabili possono beneficiare di vantaggi fiscali sull’acquisto dell’auto: con la legge 104, è possibile ottenere una detrazione IRPEF del 19% e un’IVA ridotta al 4%, invece del 22% ordinario.

Sconti benzina 2024 per disabili grazie al “Self per tutti”: come fare

Online è disponibile un elenco aggiornato delle stazioni di servizio aderenti in tutta Italia, suddiviso per regione e città, con gli indirizzi precisi. Le stazioni partecipanti sono riconoscibili grazie a un logo ben visibile, curato dai gestori degli impianti.

Come usufruire degli sconti benzina riservati ai disabili

nel 2024 Per usufruire degli sconti benzina 2024 per disabili non è necessario fare domanda o compilare moduli. Basta recarsi presso una stazione aderente, dove il personale dei distributori che aderiscono all’iniziativa, verificherà la disabilità del richiedente e fornirà assistenza nel rifornimento, senza perdere lo sconto normalmente applicato al self-service.